Shia LaBeouf nel ruolo del giornalista

Julie Christie

A cinque anni di distanza dall’ultimo film (Leoni per Agnelli) e a 75 anni computi, Robert Redford torna sul grande schermo come regista e come attore di questo nuovo film “La regola del silenzio”.

Insieme a lui un casti eccezionale di attori come Shia LaBeouf, Julie Christie, Nick Nolte, Susan Sarandon, Sam Elliott, Brendan Gleeson, Terrence Howard, Richard Jenkins, Anna Kendrick, Brit Marling, e molti altri.


Siamo in presenza di un Thiriller ricco di suspence ed emozioni, con una trama appassionante e intricata: n seguito all’arresto di una componente di un gruppo pacifista radicale attivo negli anni della guerra nel Vietnam rimasta in clandestinità per decenni, un giovane giornalista, Ben Shephard, avvia una serie di indagini.

La prima ed eclatante scoperta è legata proprio a Jim Grant avvocato vedovo che vive ad Albany.

Di qui inizia una serie incredibile di scoperte legate agli avvenimenti che si sono verificati 30 anni prima.

Due ore intense con una buona interpretazione di tutti gli attori coinvolti: nessuno da oscar, ovviamente, ma tutti molto credibili nelle loro rispettive parti anche se appare un po’ tirata il ruolo di Robert Redford, padre di una bambina di 10 anni, raro ma ammissibile se uno a 60 anni sposa una donna di 40.

Ottimi i paesaggi delle foreste americane, buona la trama con una dose calibrata di suspence e con i protagonisti che si interrogano su quali siano in realtà le cose importanti della vita.

Insomma un film godibile, per chi vuole vedere qualcosa di diverso dai “soliti” film comici natalizi o dai cartoni animati adatti ai bambini.

24 dicembre 2012