Come già stabilito nelle precedenti riunioni del movimento giovanile acquese, il circolo “Gioventù della Bollente”, lancia una sfida ai giovani acquesi, chiedendo una maggior partecipazione politica. È iniziata la campagna adesioni 2012 alla Giovane Italia di Acqui Terme, il movimento giovanile de Il Popolo della Libertà, un passaggio imprescindibile per la costituzione di un movimento forte e indipendente che ha l’ambizione di assumere un ruolo centrale nello scenario politico nazionale e locale.

“Ci teniamo che questa iniziativa sia interpretata come uno strumento utile a far conoscere la nostra proposta culturale alle nuove generazioni, ad aumentare la nostra capacità di incidere sulle dinamiche sociali e a relazionarci con i bisogni e le aspettative della futura classe dirigente”- commenta Marco Cagnazzo, Presidente cittadino della Giovane Italia.

“Un movimento giovanile con alcuni precisi obiettivi – spiega Giancarlo Perazzi, Coordinatore cittadino della Giovane Italia – tra i quali quello di rendere i giovani nuovamente protagonisti, riavvicinando la politica e le istituzioni ai giovani, supportando i giovani nei problemi di ogni giorno e superando un sistema scolastico oramai fatiscente”.

Ed in tal senso la Giovane Italia lancia una sfida chiara a tutti gli acquesi under 35: il movimento sarà al fianco degli studenti delle scuole superiori e dell’università, come nessun altro per dare la possibilità ai giovani di esprimersi liberamente, promuovendo la creazione di spazi di aggregazione giovanile.

Riavvicinare dunque i giovani alla politica, un obiettivo condiviso anche dai due dirigenti provinciali Claudio Bonante e Federica Balza, che commentano : “Il nostro simbolo, l’ala tricolore, rappresenta la volontà di raggiungere alte vette, è la sintesi ideale della sfida che intendiamo lanciare nei confronti della politica e di una società che spesso ci dipinge come “bamboccioni” senza aspirazioni. Sta a noi ora dimostrare di essere all’altezza di questa nuova sfida, di essere all’altezza di quei giovani che 150 anni fa si sono sacrificati rincorrendo il sogno di un’Italia unita, di una Patria che è la nostra Patria”.

Per partecipare alle nostre iniziative ed essere informati potete contattarci via mail giovaneitalia.acqui@gmail.com oppure sulla pagina facebook “Giovane Italia Acqui Terme”.

Marco Cagnazzo – Giancarlo Perazzi

 12 novembre 2012