La Polizia di Stato di Casale ha individuato e denunciato l’autore del furto di un portafoglio contenente denaro contante e un bancomat, che é stato utilizzato presso due sportelli bancari di Villanova, per effettuare prelevamenti di denaro. Si tratta di un giovane nomade di 28 anni, residente a Vercelli che é stato denunciato per utilizzo indebito di carte di credito.

Le indagini sono state avviate il primo novembre scorso, quando un uomo, non residente a Casale Monferrato, ha segnalato alla Polizia di avere subito il furto di un portafogli che era stato lasciato all’interno della propria auto nei pressi del cimitero di Terranova, ove egli si era recato per una visita. Il furto era stato compiuto rompendo un finestrino.


Mentre il derubato comunicava le circostanze del furto agli agenti della “Volante” sopraggiunti sul posto, proprio sul cellulare della vittima arrivava un SMS di avviso del prelevamento di una somma di denaro dallo sportello bancomat di Villanova Monferrato.

L’autore del prelievo è stato individuato grazie alle telecamere a circuito chiuso che hanno registrato i movimenti delle persone negli orari prossimi a quelli dell’SMS. Dall’esame delle immagini, infatti, i poliziotti hanno notato un individuo giunto a bordo di un’auto, la cui targa è stata facilmente acquisita, nei pressi del bancomat; l’uomo indossa una tuta e nascondeva il volto con un cappello, ma la successiva perquisizione a casa del 28 enne ha permesso di rinvenire la stessa tuta indossata al momento del prelievo di denaro.

Il giovane nomade, messo di fronte all’evidenza ha ammesso  di avere eseguito le operazioni di prelievo, che gli avevano fruttato complessivamente 1.500 euro.

 19 ottobre 2012