Dopo il notevole successo di pubblico riscontrato nei precedenti appuntamenti, la rassegna Mo(vi)menti d’arte, organizzata dal Museo Civico, torna domenica 25 novembre con il percorso guidato In casa, in chiesa, in strada. Vicende ed usi delle sculture lignee del Museo Civico, curato da Lia Carrer. L’appuntamento è fissato per le ore 16,00 con ritrovo alla biglietteria del museo.

Il percorso propone un approfondimento tematico su un nucleo di opere facenti parte delle collezioni museali, crocifissi, sculture di santi e Madonne realizzati con un materiale semplice e antico: il legno. Oltre all’analisi delle singole opere, la visita metterà in luce i diversi usi delle sculture a seconda della loro collocazione e della loro funzione.


L’iniziativa, che avrà un costo del biglietto d’entrata di 3,50 euro, sarà l’occasione per valorizzare, non solo numerosi esempi di scultura lignea provenienti dal territorio casalese, ma anche alcune opere giunte dalla collezione che Mario Levi Graziadi donò alla città nel 1966. Dal Moro leggilanterna proveniente dal Palazzo Gozzani di San Giorgio, alla statua dell’Assunta in origine collocata in Santa Croce, all’altarolo portatile con figura di vescovo fino al Sant’Antonio Abate di provenienza valsesiana, il percorso proporrà un’inedita lettura delle opere che saranno presentate secondo il loro originario utilizzo.

 

«Grazie a Mo(vi)menti d’Arte si stanno scoprendo aspetti sempre più interessanti e, forse, poco conosciuti, del ricco patrimonio custodito nel nostro Museo – ha sottolineato l’assessore alla Cultura, Giuliana Romano Bussola – La risposta che ad ogni appuntamento riceviamo è la dimostrazione che la voglia di conoscere il proprio territorio, attraverso l’arte e la storia, è sempre maggiore e di questo sono veramente felice».

 

Gli incontri di Mo(vi)menti d’arte proseguiranno domenica 9 dicembre con la presentazione di una nuova tela di Angelo Morbelli, che vedrà la partecipazione di Aurora Scotti, grande conoscitrice dell’opera di quest’artista e il restauratore Thierry Radelet, che presenterà i risultati delle indagini diagnostiche condotte sull’opera. Infine, sabato 15 dicembre l’ultimo appuntamento della rassegna sarà dedicato ai più piccoli, proponendo un laboratorio didattico ispirato al tema del Natale.

 24 novembre 2012