Gli studenti in corteo lungo corso Roma

Erano più di mille, forse anche 1.500 gli studenti delle scuole superiori che venerdì mattina hanno attraversato le vie di Alessandria per una riuscita manifestazione. Tanti gli interventi fatti al microfono dagli studenti, che hanno parlato della legge Aprea e dei tagli imposti dal Governo Monti al mondo dell’istruzione pubblica, della mancanza di fondi per i laboratori, e di tanti altri problemi che affliggono il mondo della scuola. Il corteo ha toccato i punti più sensibili di Alessandria: i giardini della stazione, corso Roma, piazza della Libertà dove gli li studenti hanno lanciato un messaggio chiaro al sindaco Rita Rossa che ha eliminato le agevolazioni per studenti e disabili sugli abbonamenti Atm, il cui costo aumenterà del 320% in un sol colpo (da 10 a 42 euro mensili).

Proteste anche all’indirizzo della Provincia di Alessandria che tiene il riscaldamento troppo basso in alcune scuole ed ha imposto la chiusura degli edifici scolastici in orario pomeridiano, cosa che impedirà agli studenti di seguire corsi di recupero o lezioni al di fuori dell’orario a causa dello spegnimento del riscaldamento nel pomeriggio.


30 novembre 2012