Centinaia di studenti, venerdì mattina sono scesi in piazza a manifestare per una scuola pubblica, realmente a portata di tutti, che ponga al centro gli interessi e i bisogni dei ragazzi, che fornisca gli strumenti necessari alla formazione e alla crescita di ciascuno e che non sia ostaggio della politica, dell’economia e delle banche.

Il corteo, che ha preso il via dai Giardini della stazione è proseguito lungo le vie del centro con diverse soste fra cui una in via dei martiri dove i manifestanti hanno accesso fiaccole qualche fumogeno sotto lo sguardo vigile delle forze dell’ordine.


I giovani, però a quanto risulta hanno protestato anche in maniera un po’ pittoresca e a volte esagerando un po’ nell’attaccare manifesti e tabezao alle banche ma a alla fine la protesta è stata pacifica e abbastanza lineare

Il corteo è terminato con una grande assemblea al centro sociale Crocevia, durante la quale si sono decise le prossime mobilitazioni che vedranno gli studenti delle scuole alessandrine scendere nuovamente in piazza a partire da sabato 20 ottobre con un banchetto informativo e un volantinaggio per le vie del centro cittadino.

 12 ottobre 2012