Pubblichiamo integralmente un comunicato stampa giunto in redazione ieri sera dal Cral dei dipendenti del Comune, il Dopolavoro che organizza gite culturali e avvenimenti di ogni tipo.

I membri del Cral denunciano una grave ingerenza dell’Unione commercianti nell’attività da loro svolta: ci sarebbe stato un primo attacco su facebook da parte di un dirigente dei Commercianti e poi una telefonata all’assessore Musiari e al dirigente comunale.

Scopo di tutto questo, il viaggio a Milano per fare Shopping, una parola che ad alcuni commercianti non sarebbe piaciuta, al punto di effettuare rimostranze al Comune.

Di seguito quindi, pubblichiamo la versione dei membri del Dopolavoro, disponibili a pubblicare la replica dell’Unione Commercianti qualora arrivasse.

***********************************

Nei giorni scorsi l’Unione Commercianti si è rivolta all’Amministrazione Comunale stigmatizzando l’iniziativa che il CRAL ha programmato per il prossimo 17 dicembre 2011 a Milano “Artemisia Gentileschi e shopping natalizio”. Nel sottolineare che gli eventi CRAL vengono  individuati in piena autonomia dal circolo dei dipendenti e non dal Comune in quanto Amministrazione Comunale, si ritiene l’atteggiamento della categoria del tutto discutibile. Tuttavia, anche nell’intento di comprendere il sentimento dei commercianti tortonesi (pur se non condividiamo affatto certi atteggiamenti e modi esclusivamente strumentali di alcuni di essi che, senza neppure cercare un contatto diretto per discutere della cosa, hanno scelto la strada della sterile polemica) il CRAL ha deciso di annullare l’evento, peraltro già inserito in calendario da oltre 3 mesi. Si ribadisce che tema centrale dell’evento sarebbe stata la mostra di Artemisia Gentileschi regolarmente prenotata a palazzo reale per due gruppi di visitatori da 20 unità. Si ribadisce inoltre che il CRAL, che non ha scopo di lucro, è nato nel solo intento di proporre iniziative ed eventi di natura sociale, culturale e ricreativa. Ci scusiamo comunque con quanti hanno effettuato la prenotazione e che saranno direttamente contattati; nel caso avessero già provveduto a versare l’importo saranno immediatamente rimborsati. Crediamo che la misura adottata dal CRAL nella circostanza dimostri l’attenzione verso ogni categoria di cittadino tortonese e non solo dei commercianti dai quali auspichiamo di ricevere, finalmente, proposte serie per un futuro all’insegna della massima collaborazione e non della contrapposizione come invece alcuni, erroneamente, vorrebbero far credere.

CRAL – Comune di Tortona

4 dicembre 2011