Si preannuncia difficile dal punto di vista meteorologico il prossimo fine settimana in Piemonte secondo le previsioni della Smi (Società meteorologica)

“Non sarà l’alluvione del ’94  – dice la società meteorologica – e  neppure quella del 2000, ma potrebbe provocare esondazione e allagamenti: possibili piene importanti lungo il Tanaro e il Bormida.”

Il Sindaco di Alessandria, Piercarlo Fabbio, é preoccupato ed ha messo in allerta tutte le forze disponibili:  “stiamo monitorando con attenzione la situazione meteo che presenterebbe analogie di quadro generale con quella del 1994, almeno in termini di bacini coinvolti – assicura il sindaco Piercarlo Fabbio – Le quantità di pioggia previste però sono però sensibilmente inferiori a quelle del 1994 e del 2000. Anche i sistemi di arginatura, i ponti, il monitoraggio dei fiumi e dei livelli di piena sono assai più evoluti e garantiscono maggiore sicurezza. Comunque la Protezione Civile, Amiu e Amag sono già in moto per attivare le misure preventive utili a minimizzare gli eventuali danni, come la pulizia delle caditoie, in atto da sei giorni- conclude Fabbio – l’apprestamento di luoghi di accoglienza per coloro che vivono in aree golenali, il rinforzo di argini laddove già in passato se ne è generata la necessità, come alla foce del Rio Loreto.”

Il Comune consiglia ai cittadini di mantenere aperti i canali di collegamento utili con le istituzioni al fine di essere tempestivamente informati di decisioni che si rendessero necessarie nei prossimi giorni.

L’allarme comunque é previsto a partire dalla giornata di domani.

3 novembre 2011