Giovedì 10 novembre alle ore 21.00 prenderà avvio a Castelnuovo Scrivia (AL) un ciclo di incontri di filosofia dal titolo “Mondi possibili: utopia, libertà, immaginazione”, curato dal Gruppo di ricerca filosofica Chora e organizzato da Cantiere Cultura e dal Comune di Castelnuovo Scrivia.
Nel corso dei tre incontri verranno affrontati altrettanti momenti attraverso i quali il pensiero si pone a confronto con la possibilità di mondi diversi da quello conosciuto attraverso l’esperienza del quotidiano. Fin dall’antichità, l’uomo ha concepito realtà alternative, società migliori (e talora peggiori) rispetto a quella nota. Tommaso Moro, all’inizio del Cinquecento, creò per il proprio mondo ideale il nome di “Utopia” (che significa “non luogo”), a rimarcarne l’impossibilità. Eppure, pensare l’utopia, immaginare un mondo completamente diverso, e talora addirittura “rovesciato”, ha rappresentato (e tuttora rappresenta) una forma pura ed elevata di esercitare la libertà di pensiero e progettare un futuro migliore.
Questo è il calendario del ciclo: giovedì 10 novembre: Matteo Canevari, “Pensare al futuro”; giovedì 17 novembre: Alessandro Galvan, “Il coraggio della libertà”; giovedì 24 novembre: Alessandro Peroni, “Il mondo alla rovescia”.
Tutti gli incontri avranno inizio alle ore 21.00 e si terranno presso la Sala del Castello Podestarile di Castelnuovo Scrivia (AL). L’ingresso è libero. Il ciclo si tiene con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona.