Per il ritorno agli eventi in presenza dopo quasi due anni di assenza, il Gruppo di ricerca filosofica Chora propone, per venerdì 22 ottobre alle 17.30, un incontro con Alessandro Ghisalberti, dedicato, in questa annata di celebrazioni dantesche, all’opera del Sommo Poeta. Alessandro Ghisalberti, già professore ordinario di Storia della Filosofia medievale all’Università Cattolica di Milano e direttore per molti anni della “Rivista di Filosofia neo-Scolastica”, è autore di numerosi studi su Dante, dedicati, in particolare, alle sue concezioni filosofiche.
Il recente volume “Metamorfosi dell’antico in Dante: dal primo motore al primo amore”, edito da Vita e Pensiero, è dedicato allo studio delle fonti alle quali il Poeta ha attinto per creare la sua originale visione del mondo dei morti e del divino, le cui fondamenta affondano nella tradizione della teologia cristiana, nelle storie bibliche, nei poemi epici della classicità e nell’autorità dei filosofi antichi e medievali. Alla visione cosmologica di Aristotele e di Tolomeo, Dante aggiunge gli spazi propri dell’escatologia cristiana (Inferno, Purgatorio e Paradiso), abitati da figure e idee che rappresentano il dialogo del Poeta con il passato di Atene, Roma e Gerusalemme, ma anche con il presente di Firenze, Roma, d’Italia e d’Europa.
L’incontro, realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e con il patrocinio della Città di Tortona, si terrà presso il Ridotto del Teatro Civico di Tortona in via Ammiraglio Mirabello 1. Si ricorda l’obbligo di presentazione del Greenpass e di indossare la mascherina.