Poste Italiane,  in fase di emergenza Covid-19 , aveva ridotto i giorni di apertura nella Filiale di Sarezzano, a distanza di diversi mesi e con una situazione che, sotto l’aspetto del virus, non è più in emergenza, però, l’Ufficio Postale del paese ha mantenuto gli stessi orari ridotti, provocando così assembramenti di persone che possono essere pericolosi.

Gli abitanti protestano, sia per gli orari che per la pericolosità della situazione e Il Sindaco di Sarezzano, Carlo Mogni, raccogliendo il disagio dei cittadini fa appello alle Autorità competenti affinchè vengano ripristinati gli orari normali di apertura dell’Ufficio postale.


“Vista la situazione – dichiara il Sindaco – non posso che associarmi alle voci dei miei cittadini e farmi parte attiva nell’appellarmi a chi di competenza perché al più presto si ritorni agli orari ordinari. Purtroppo la diminuzione del servizio ha concentrato l’afflusso di persone in sole tre giornate alla settimana creando assembramenti, code lunghissime e tempi di attesa che superano le dure ore di coda anche solo per un semplice prelievo (dovuto alla mancanza di un bancoposta esterno).”

Il primo cittadino è molto preoccupato: “Tutto questo – conclude – potrebbe essere causa di contagi, ma anche creando seri pericoli alla incolumità pubblica, in quanto l’ufficio postale è situato a ridosso della strada comunale.”

Al fine di ripristinare il normale orario di apertura, salvaguardare l’incolumità pubblica ed evitare assembramenti tutelando la salute della gente, il Sindaco di Sarezzano ha inviato inviare una lettera, al Direttore delle Poste Italiane di Alessandria 2, al Prefetto di Alessandria e al Direttore ASL di Tortona affinche si attivino “ con estrema urgenza” al ripristino dello svolgimento ordinario del servizio presso la  filiale di Sarezzano.

La speranza è che la situazione possa essere risolta in tempi brevi.