Carbonella per una grigliata all’aperto brace o altro, non si sa, fatto sta che l’insano gesto ha completamente distrutto almeno tre cassonetti dei rifiuti danneggiando anche la campana mandando in fumo (è il caso di dirlo) l’isola ecologica, così come potete vedere dalle immagini o, almeno, da quanto resta.

E’ accaduto verso le 13 di oggi, mercoledì 15 aprile, alla frazione Rocca Grue di Sarezzano quando i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Tortona sono intervenuti per dei cassonetti a fuoco.

I pompieri però non hanno potuto far altro che spegnere le fiamme in quanto l’incendio, al momento del loro arrivo era già corposo e secondo la prima sommaria ricostruzione sembra che sia stato causato da qualcuno che ha gettato dentro un cassonetto, dei carboni ancora ardenti.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Tortona che hanno steso un verbale sull’accaduto cercando di ricostruire, insieme a Vigili del Fuoco la natura dell’incendio.”

I pompieri hanno impiegato circa un’ora per spegnere l’incendio, e alla fine i cassonetti sono andati completamenti distrutti. Un danno che adesso ricadrà su tutti gli abitanti perché, come noto, la tassa sui rifiuti deve essere in pareggio e autofinanziata per cui il costo verrà “spalmato” sulla bolletta di ognuno abitante.

Dell’incendio che si stava verificando a Rocca Grue è stato avvisato anche il Sindaco di Sarezzano Carlo Mogni che è giunto sul posto visibilmente contrariato e molto preoccupato per l’accaduto.

“È successo tutto intorno alle ore 13 circa – dice il primo cittadino – quando sono giunte diverse chiamate da parte di qualunque per i roghi che hanno avvolto tutti i bidoni. Davanti a queste immagini sono preso dallo sconforto. Queste disattenzioni e superficialita’ che possono generare incendi vicino ad abitazioni e agli alberi sono inaccettabili. Amare il paese è amare se stessi, invece regna l’inciviltà, l’incoscienza, il disprezzo per il bene pubblico e per la salute. Sarebbe superfluo, ma è opportuno raccomandare la massima attenzione di tutti e condannare con fermezza ogni singola leggerezza.”