Venerdì 7 febbraio ha avuto inizio a Tortona il ciclo di riflessioni storiche promosso, come ogni anno, dal Gruppo di ricerca filosofica Chora, in collaborazione con la locale Unitre e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona.

Il tema scelto per il 2020 è “All’ombra del regime”. Nel corso dei tre incontri vengono, infatti, affrontate tre personalità che operarono, tra gli anni Trenta e Quaranta del secolo scorso, nel contesto dei sistemi totalitari del periodo. La prima di queste, bene tratteggiata nel corso della prima conferenza tenuta da Alessandro Galvan, è stato Joseph Goebbels, ministro della propaganda nella Germania nazista. Cosa rara tra i collaboratori diretti di Hitler, egli fu uomo di grande cultura e preparazione. Anche se venne generalmente tenuto all’oscuro delle principali scelte politiche e strategiche del regime, il suo ruolo fu fondamentale nella fondazione di una vera e propria “religione del Führer”, della quale si può dire che fu il primo sincero e fervente adepto.


Il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 14 febbraio. Alessandro Peroni parlerà di “Dmitri Shostakovich: il contropotere della musica”, ossia del controverso rapporto tra Stalin e il grande compositore e docente al Conservatorio di Leningrado, che si impegnò anche come pompiere volontario durante l’assedio nazista di Leningrado, evento che narrò al mondo – si può dire “in tempo reale” – attraverso una grande sinfonia.

A seguire, venerdì 21 febbraio, Daniele Crivelli racconterà di “Chiesa cattolica e fascismo: un rapporto problematico”. Tutti gli incontri hanno inizio alle ore 15.15 e si terranno presso la Sala Convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona in Via Emilia 168 (Piazza Duomo). L’ingresso è libero.