Si è tenuto martedì scorso a Tortona il terzo incontro del ciclo organizzato dal Gruppo di ricerca filosofica Chora e dedicato al tema “La sfida della libertà: filosofia e politica nell’Italia del Ventennio”, durante il quale vengono affrontati i profili di cinque intellettuali che, negli anni oscuri della dittatura, si appellarono ai loro principi per conservare la propria libertà di pensiero.

Giuseppe Cospito ha parlato di “Antonio Gramsci e il fascismo”, con riferimenti non solo ai contenuti intellettuali della riflessione del grande filosofo, ma anche ad aspetti biografici poco noti, eppure significativi, quali la sua conoscenza diretta di Mussolini. Seguirà martedì prossimo, 26 novembre, alle ore 17.30, Giorgio Gatti, figura di spicco della cultura tortonese, che terrà una lezione dal titolo “Piero Gobetti: ‘che cosa ho a che fare io con gli schiavi?'” . 

Il corso si tiene in Biblioteca civica, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, con il patrocinio della Città di Tortona e in collaborazione con l’Unitre di Tortona.