Sabato 7 settembre 2019 riprenderà l’attività culturale del Gruppo di ricerca filosofica Chora. Come è ormai tradizione, il primo evento stagionale organizzato dall’associazione tortonese è una giornata di studi che si tiene a Cecima, borgo della valle Staffora in Oltrepò pavese.
L’incontro sarà dedicato quest’anno al tema “Natura/Cultura: nuove prospettive su un rapporto antico” e affronterà alcuni nodi problematici di antiche categorie, un tempo date per scontate, ma che oggi meritano di essere ripensate. L’incidenza sempre più evidente del cambiamento climatico nella storia dell’uomo, il rapporto con i nuovi ritrovati della tecnica (come l’intelligenza artificiale) nella definizione dell’umano, l’importanza crescente delle biotecnologie per l’intera società impongono di riconsiderare la fondatezza e la portata universale del binomio natura/cultura. Il modo in cui l’Occidente lo ha finora pensato necessita di un cambiamento, che sia capace allo stesso tempo di relativizzarlo e di rinnovarlo, mettendolo a confronto con altre e diverse concezioni, non necessariamente radicate nella tradizione di pensiero occidentale. La sfida che impegna gli umanisti nella ricerca del senso del mutamento in atto non può risolversi nel rifiuto del confronto con le scienze naturali che lo misurano o con le tecniche che ne sono la causa, ma deve essere promotrice di nuove idee, capaci di fare presa sul proprio presente per descriverlo e ripensarlo.
Parteciperanno alla giornata tre studiosi di altissimo livello: Francesco Remotti (autore di numerosi studi sull’argomento), Mauro Van Aken (tra i maggiori esperti dell’Antropocene) e Matteo Canevari, quest’ultimo anche vice presidente del Gruppo Chora.
L’evento avrà luogo (anche in caso di maltempo) a partire dalle ore 15.00 nella Sala conferenze del Comune di Cecima, in via Cà D’Anna 2. La partecipazione è libera e gratuita. Gli organizzatori ringraziano per il contributo la Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, per il patrocinio il Comune di Cecima e per la collaborazione la libreria Ubik di Voghera e il bed & breakfast Borgo antico di Cecima.