Matteo Canevari

Martedì 27 novembre si è tenuto, presso il ridotto del Teatro Civico di Tortona, il terzo incontro del ciclo di lezioni dedicato ai classici della filosofia, organizzato dal Gruppo di ricerca filosofica Chora, e dedicato quest’anno agli “Intellettuali maledetti” del Novecento. Nel corso della conferenza, Matteo Canevari, docente di Antropologia culturale all’Università di Pavia, ha tenuto un’interessante relazione su “Georges Bataille: l’uomo totale”, uno dei più originali pensatori francesi del Novecento. Coniugando filosofia e antropologia, fu autore di studi che riguardavano  tematiche “maledette” come l’erotismo e la trasgressione.
Il prossimo appuntamento è per martedì 4 dicembre. Alessandro Galvan, docente di Storia e filosofia al Liceo Galilei di Voghera, parlerà di “Emil Cioran e la tremenda lucidità”. Rumeno di nascita, Cioran visse soprattutto in Francia come apolide. Anche la sua collocazione nel pensiero del Novecento fu – per così dire – da ‘apolide’, il che, in un’epoca dominata dalle correnti filosofiche, lo rese inevitabilmente un “maledetto”.
La lezione avrà inizio alle ore 17.30 e si svolgerà presso il Ridotto del Teatro Civico di Tortona (AL), in via Mirabello 3. Il ciclo è organizzato dal Gruppo Chora con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona; con il patrocinio della Città di Tortona e in collaborazione con la locale Unitre.

Ingresso libero e gratuito. A richiesta, sarà rilasciato un attestato di partecipazione.