Martedì 6 novembre, alle ore 17.30, prenderà avvio, presso la Biblioteca Civica di Tortona, il tradizionale ciclo di lezioni dedicato ai classici della filosofia, organizzato dal Gruppo di ricerca filosofica Chora, e dedicato quest’anno ad alcuni personaggi del pensiero contemporaneo, che, per le posizioni in controtendenza che assunsero, furono ai loro tempi considerati “intellettuali maledetti”. Lo scopo di questo ciclo sarà, in primo luogo, riesaminare il giudizio su di loro, per capire se essi sono meritevoli della riabilitazione oppure della definitiva ‘maledizione’, anche se, sicuramente, non dell’oblio.
Questo il calendario per il 2018: martedì 6 novembre, Laura Sanò parlerà di “Carlo Michelstaedter: la via dell’impossibile tra essere e non essere”; martedì 13 novembre, Lucrezia Ercoli, “Curzio Malaparte e l’estetica della crudeltà”; martedì 20 novembre, Alessandro Peroni, “Giangiacomo Feltrinelli: editore (e) rivoluzionario”; martedì 27 novembre, Matteo Canevari, “Georges Bataille: l’uomo totale”; martedì 4 dicembre, Alessandro Galvan, “Emil Cioran e la tremenda lucidità”.
Tutte le lezioni avranno inizio alle ore 17.30 e si svolgeranno presso il Ridotto del Teatro Civico di Tortona (AL), in via Mirabello. Il ciclo è organizzato dal Gruppo Chora con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona; con il patrocinio della Città di Tortona e in collaborazione con la locale Unitre. Ingresso libero e gratuito. A richiesta, sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Il primo incontro, martedì 6 novembre, sarà dedicato al filosofo goriziano Carlo Michelstaedter. Di famiglia ebraica e vissuto negli ultimi anni dell’Impero asburgico, Michelstaedter scelse di studiare a Firenze ed esprimersi in italiano. Il suo suicidio, compiuto nel 1910 a soli 23 anni, pochi giorni prima di discutere la sua tesi di laurea, fu un gesto di rottura radicale con l’esistenza. Oggi il testo della sua tesi mai discussa, La persuasione e la rettorica, è diventato oggetto di grande interesse per gli studiosi della filosofia del Novecento. La relatrice sarà Laura Sanò, docente all’Università di Padova e autrice su una monografia sul filosofo goriziano pubblicata da Ibis per la collana curata dal Gruppo Chora.