Presso il ridotto del Teatro Civico di Tortona, il secondo incontro del ciclo di lezioni dedicato ai classici della filosofia, organizzato dal Gruppo di ricerca filosofica Chora, e dedicato quest’anno agli “Intellettuali maledetti” del Novecento. Nel corso della conferenza, Lucrezia Ercoli, dottore di ricerca in “Filosofia e Teoria delle Scienze Umane” presso l’Università degli Studi di Roma Tre, nonché direttrice artistica di “Popsophia – Festival internazionale di filosofia del contemporaneo”, ha tenuto una bellissima relazione su “Curzio Malaparte e l’estetica della crudeltà”. Malaparte fu letterato personalissimo e controverso, attraversò diverse esperienze intellettuali e politiche nell’Italia del Novecento, restando però sempre “maledettamente” fedele alle proprie idee, al proprio stile e alla propria narcisistica estetica dell’eleganza.

Il prossimo appuntamento è per martedì 20 novembre. Alessandro Peroni, segretario del Gruppo di ricerca filosofica Chora, parlerà di “Giangiacomo Feltrinelli: editore (e) rivoluzionario”. Feltrinelli, già membro della Resistenza antifascista, fu nel dopoguerra raffinato animatore culturale e fondatore di una delle più importanti case editrici italiane. Nonostante l’enorme successo della sua iniziativa editoriale, seguendo una propria “maledetta” coerenza politica, decise di aderire alla lotta armata terroristica, fino alla tragica fine avvenuta nel 1972 durante la preparazione di un attentato.

La lezione avrà inizio alle ore 17.30 e si svolgerà presso il Ridotto del Teatro Civico di Tortona (AL), in via Mirabello 3. Il ciclo è organizzato dal Gruppo Chora con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona; con il patrocinio della Città di Tortona e in collaborazione con la locale Unitre. Ingresso libero e gratuito. A richiesta, sarà rilasciato un attestato di partecipazione.