Se la musica risuona nell’aria e le persone passeggiano e sorridono, se piccoli e grandi musicisti vi passano accanto stringendo i loro strumenti in cerca della loro postazione, se le vetrine dei negozi mandano messaggi di allegria e vitalità, non c’è alcun dubbio: vi trovate a Tortona, la “città della musica”, ed è il 17 giugno, il giorno delle Invasioni Musicali.

L’evento, fiore all’occhiello delle manifestazioni dedicate al sacerdote-compositore Lorenzo Perosi, giunge alla sua terza edizione che si preannuncia particolarmente fortunata.

Dalle prime iniziative organizzate nel 2016 nel solco del Protocollo d’Intesa firmato dal Comune e dalla Diocesi di Tortona, dalla Famiglia Orionina, dall’Associazione Pro Iulia Derthona e dalla Fondazione CR Tortona, fino alla nascita del Perosi Festival 2018, unico nel suo genere in Italia, la crescita culturale della città è stata tale da attirare su di sé importanti collaborazioni internazionali, ma soprattutto da saper coinvolgere e attivare l’intera comunità.

Non è stato solo il numero degli spettatori che hanno partecipato agli eventi primaverili a decretarne il successo, ma anche il grande impegno dimostrato dai commercianti, dalle realtà e dai singoli cittadini di Tortona nel promuovere la campagna “Tortona è viva!”. E’ in questo modo che la musica ha saputo mostrarci ancora una volta tutto il suo potenziale come elemento di aggregazione e coesione sociale.

Le Invasioni Musicali del prossimo 17 giugno rappresentano il clou della fase primaverile del Festival e, siamo certi, che anche quest’anno le emozioni e l’entusiasmo di quella giornata supereranno le nostre aspettative, proprio perchè tutti in città hanno lavorato alla sua riuscita.

Sono già oltre 400 le iscrizioni di musicisti, cantanti, gruppi di tutta Italia che vogliono celebrare con noi la Festa Nazionale della Musica, in cui la manifestazione è inserita dal 2017. Una manifestazione che negli anni ha visto la presenza di quasi 10.000 persone e che raccoglie l’interesse di musicisti, turisti e visitatori, anche attratti dalle prelibatezze enogastronomiche del nostro territorio.

A loro disposizione, dalle 17 alle 23, ci saranno ben 15 postazioni, con 10 pianoforti a mezza coda che saranno collocati davanti alla Cattedrale ed in altre piazze del centro.

Per l’occasione la piazza sarà chiusa al traffico e diventerà un giardino dove sostare ascoltando mille note nello splendido scenario del Duomo dalla facciata ottocentesca, dove nella navata di sinistra si trovano i sepolcri di Lorenzo e Carlo Perosi.

 Gli strumenti e i musicisti invaderanno fisicamente Tortona, trasformandola in un palco a cielo aperto, ma anche ogni spettatore sarà in qualche modo “invaso” dall’energia, dalla vitalità, dalla gioia che la musica sa trasmettere come un vero e proprio nutrimento per l’anima.

E’ ancora possibile iscriversi gratuitamente come musicisti singoli, come gruppi e formazioni di qualsiasi genere musicale compilando il modulo disponibile su www.lorenzoperosi.net

Anche per le scuole e gli insegnanti di musica può essere un’ottima occasione per promuovere le proprie attività e far esibire gli allievi.

La partecipazione alla giornata, nello spirito di tutto il Perosi Festival, è libera e gratuita. Anche per gli “invasori” dell’ultimo momento, dunque, ci sarà spazio e possibilità di esibirsi.

 Info

 Facebook.com/perosi60